Bilancio 2013; modifiche statuto; rinnovo organi sociali nell'attuale contesto aziendale; FASDIR; ASSIDAI - assistenza diretta; eventi

ADPRAI
Associazione Dirigenti Pensionati Rai

Roma, 14 luglio 2014

Caro collega,
Ti invio in allegato il rendiconto economico 2013 dell'ADPRAI e la relazione di bilancio del Consiglio Direttivo e quella del Collegio dei Revisori, nonché le proposte di modifica dello Statuto preannunciate.

Nel seguito della lettera troverai notizie sulle trattative con l'ASSIDAl per l'assistenza diretta.

  1. Bilancio 2013
    Il progetto di bilancio relativo all'esercizio 2013 si chiude con la perdita di Euro 1.346,66 (contro la perdita di Euro 2.195,91 dell'esercizio 2012). L'anzidetto saldo negativo è stato coperto con il ricorso alle disponibilità iniziali, che ammontano pertanto, al termine dell'esercizio, a Euro 21.665,47.
    Nel corso dell'esercizio l'attività dell'Associazione ha riscosso l'apprezzamento e l'incoraggiamento di molti colleghi, tanto che gli associati sono aumentati ed oggi le iscrizioni si sono attestate a 516 unità.
    La voce determinante le maggiori spese dell'Associazione è quella relativa alle spese postali, sostenute per mantenere vivo il rapporto con gli associati, informandoli in modo puntuale e dettagliato sulle vicende di loro interesse e sulle iniziative culturali dell'Associazione.
    Confidiamo che anche l'esercizio 2014 possa chiudersi con un modesto disavanzo che sarà il risultato dell'opera di contenimento delle spese postali, reso possibile dalla richiesta agli associati di provvedersi di un indirizzo di posta elettronica e di comunicarlo all'Associazione. Ciò consentirebbe di confermare, per il 2015, la quota di iscrizione attuale di Euro 20,00.
    Cio' premesso ti invito ad esaminare il progetto di bilancio e le relazioni del Consiglio Direttivo (all.1) e del Collegio dei Revisori (all.2) e a votarne, per referendum, l'approvazione attraverso la scheda unita in all. 3, che dovrà pervenire entro il 15 settembre p.v.
  2. Modifiche allo Statuto dell'Associazione
    Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 14 aprile 2014, ha deliberato alla unanimità di proporre ai soci alcune modifiche allo Statuto dell'Associazione.
    Con questa iniziativa si vuole, in particolare, consentire di far parte dell'Associazione anche a quei dirigenti che, pur avendo operato per lungo tempo in Azienda, hanno però risolto il rapporto di lavoro prima del pensionamento, nonché - ma semplicemente e solo "in qualità di amici" - a quei giornalisti che abbiano ricoperto incarichi dirigenziali al di fuori delle testate giornalistiche.
    Con questa modifica l'Associazione potrà avvalersi anche di competenze, ad oggi poco rappresentate, come quelle di chi ha operato in particolare nella produzione radiofonica e televisiva e nella ideazione dei programmi.
    Tra le altre modifiche proposte si segnalano la separazione della figura del Tesoriere da quella del Segretario - con un ampliamento dei compiti assegnati a quest'ultimo - e l'attribuzione al Consiglio Direttivo del potere di proporre all'Assemblea eventuali modifiche statutari.
    In allegato troverai il testo dello Statuto con evidenziazione in rosso delle modifiche proposte e in giallo delle cancellazioni.
    Poiché l'art.2 dello Statuto ADPRAI prevede che esso possa essere modificato "su proposta sottoscritta da almeno 1/5 dei soci", qualora tu fossi d'accordo sulle proposte del Consiglio, ti invito a sottoscrivere la scheda che troverai in allegato e che vorrai restituire unitamente alla scheda di votazione per il bilancio.
    Una volta raggiunto il numero necessario per formalizzare la proposta di modifica dello Statuto, essa sarà sottoposta successivamente all'approvazione dell'Assemblea Straordinaria dei soci.
  3. Rinnovo degli organi sociali e momento aziendale
    Nella scheda per la votazione del bilancio, troverai anche lo spazio per proporre la tua candidatura per il rinnovo degli organi sociali della nostra Associazione, che verrà indetto dal Consiglio direttivo nel prossimo settembre.
    Questo Consiglio Direttivo e parimenti gli altri organi sociali dell'ADPRAI si avviano infatti alla conclusione del loro triennio e intendono proporre lo svolgimento di nuove elezioni entro il termine di scadenza dell'attuale consigliatura.
    Il rinnovo degli organi sociali è giustificato non soltanto dall'esigenza di assicurare il rispetto della prassi statutaria ma anche perché il particolare momento della vita della Rai, con l'accelerazione delle iniziative per la riforma del Servizio Pubblico ad opera del Governo, richiede che il mondo dell'associazionismo che gravita intorno alla Rai sia pronto ad affrontare con un mandato elettorale ampio e rinnovato la nuova situazione che potrebbe prospettarsi per l'Azienda, per i suoi dipendenti in servizio ma anche per i suoi pensionati.
    La conversione in legge del DL 66/14 e segnatamente la conferma del prelievo di 150 milioni di Euro dalle entrata da canone 2014, del quale era già stato rifiutato l'aggiornamento annuale, determina un ridimensionamento patrimoniale dell'Azienda non compensabile, nell'immediato, da aumenti dell'entrate da canone e da pubblicità, né dalla vendita di una quota parte di Rai way.
    Il Governo inoltre ha preannunciato l'intenzione di anticipare il rinnovo della concessione al 2015 e di giungere al nuovo atto concessorio dopo una riforma dell'Azienda, del Servizio Pubblico e delle sue entrate, attivando un apposito gruppo di lavoro che dovrebbe, in tempi brevi, formulare le proposte di cambiamento da sottoporre a un referendum popolare.
    In questo contesto la nostra Associazione ha sostenuto la Convention dell'ADRAI organizzata il 23 giugno u.s. con l'intendimento di ascoltare le proposte di giornalisti, scrittori, sceneggiatori, critici e addetti ai lavori, raccoglierle e vagliarle per una riforma della RAI aperta al contributo di tutti gli operatori culturali. Nel mese di ottobre p.v. l'ADRAI intende organizzare un secondo evento per presentare concrete proposte di riforma dell'Azienda. Sarà nostra cura tenerVi informati delle stesse.
  4. FASDIR
    Dal mese di maggio il FASDIR si avvale di una consulenza volta a un'ampia revisione organizzativa e gestionale del Fondo, il cui bilancio di esercizio 2013 si concluderà in attivo per effetto dell'aumento dei versamenti aziendali, determinati dalle nuove nomine dirigenziali, nonché delle minori spese per assistenza sanitaria. Come per la nostra Associazione anche per il FASDIR, nel corso del prossimo autunno, verranno in scadenza le cariche sociali. E' quindi auspicabile che i soci dell'ADPRAI valutino la possibilità di presentare la propria candidatura per il rinnovo degli Organi Sociali del FASDIR considerato che diversi membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio dei Revisori non sono più rieleggibili.
  5. ASSIDAl: assistenza diretta
    Come ti avevo preannunciato nella precedente lettera, stanno per essere accolte le nostre richieste volte ad ottenere l'estensione dell'assistenza "diretta" anche a coloro che non hanno sottoscritto una specifica polizza assicurativa ASSIDAI, perché giudicata onerosa, con diritto all'assistenza diretta e ad un ulteriore rimborso spese oltre quello riconosciuto dal FASDIR.
    L'ASSIDAI subordina peraltro l'approvazione dell'accordo alla sua sottoscrizione da parte di un cospicuo numero di soci, numero a nostro giudizio troppo elevato e che stiamo tentando di ridurre. In autunno, d'intesa con il FASDIR, intendiamo convocare appositi incontri per illustrare il contenuto dell'accordo e riceverne la sottoscrizione da chi vi abbia interesse, con decorrenza dal1 gennaio 2015.
  6. Eventi
    Il 3 giugno u.s. si è svolto nella Sala degli Arazzi della RAI il terzo incontro organizzato dall'ADPRAI sul tema "I dieci anni anni che hanno cambiato la TV". Hanno partecipato all'incontro in qualità di "testimoniai" il prof. Massimo Scaglioni, Carlo Freccero, Angelo Guglielmi, Enrico Mentana e Andrea Melodia con il coordinamento di Carmen Lasorella.
    Visto il successo dell'iniziativa, alla quale hanno preso parte numerosi colleghi, l'ADPRAI intende proporre nel prossimo autunno altri eventi che possano risultare interessanti non solo per i dirigenti in pensione ma anche per quelli in servizio.
    I temi dei prossimi incontri dovrebbero riguardare l'etica in Tv, la radio e la Legislazione che dal 1975 ha regolamentato il sistema misto Radiotelevisivo.

Nell'augurarti buone vacanze ti invio i miei più cordiali saluti.

Francesco Sagna

Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa estesa.